Caricare

 

Non ci sono buone intenzioni nel mondo del fare

ci sono risultati ed analisi da raschiare

ci sono intenzioni da negoziare

inutile correre a spiegare

proibito recriminare.

Difendersi oltre a pensare

le intenzioni e i sogni sono in fondo al mare

tuffati di notte perché serve affogare

testa phonata e velluto sulle scale

mentre senti i tuoi spilli affiorare

accendi  quelle facce che ti vogliono francobollare

noncuranza, buone scarpe e andare

nel mirabile mondo del fare

plastico barocco blaterare

mentre ogni tombino ti urla che tutto va male.

 

Annunci

Era un lujo

no nos dimos nada más,
sólo un buen gesto.

Chi può dire di stare vivendo ciò che aveva pensato di vivere

il mistero più grande della vita è la nostra capacità di sopportazione

sopportiamo che i nostri sogni si ribaltino

accettiamo di fare ciò che ci addolora

camminiamo nelle scarpe che ci scorticano i calcagni a sangue

adoriamo gli uomini che ci tolgono il presente e ci annullano il futuro

assistiamo immutati al nostro cambiamento

noi non siamo più noi

il passato un mondo lontano

la vista affievolita

le forze infiacchite

ciò che non siamo più è ciò che eravamo senza motivo

quella certezza del buono ancora da venire

quell’ essere profondamente corpo vivo pulsante

eppur profondamente spirito leggero ridente

siamo stati puro splendido equilibrio volitivo

e un giorno dopo l’altro

dieci decenni ci sono piovuti dentro e ci hanno foderato e immobilizzato

imposto il qui il no l’odioso è così

e nulla facciamo e nulla faremo

ci lasceremo

fare e avvolgere dai nostri mille pensieri

che ci levano il sonno e il tempo

lieve olio profumato

ce lo siamo sparsi noi stessi addosso

noi stessi abbiamo voluto pur non volendo

perchè mai avremmo voluto

essere ciò che né fummo.