Scarpe rotte

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=0Yvso19ebxU]

Rispose la ragazza ho tredici anni

trentadue perle nella notte

(F. De Gregori)

Il suono suona e scappa lontano

la musica, la radio e i dischi rigati

le infinite parole d’inchiostro sulla carta

le stelle nel firmamento, la carta da parati

il breve cammino verso l’adolescenza

che stava per dare fuoco ai miei sandali cachi

ora mi volto e mi guardo in quella stanza

da un muro spesso cent’anni

e osservo inerte il mio corpo che s’inerpica

su per quelle pareti intreccia

solitari canti.

Le conseguenze dell’amore

L’amore mi lega

alla vita e ai suoi sterminati contorni

amore mentre qualcuno mi da e gli do

amore mentre scompaio

sotto il mare e i suoi silenzi

amore mentre ascolto e ballo

amore mentre insegno quel che so e accendo

lampadine spente

amore mentre nella solitudine sento

di essere viva.

Tutto è contorno e concorre

ad essere centro

pure prendersi a calci

rompersi il fiato sui pedali

purché serva

a non sentire il bruciore che ci arroventa

la pelle e non ci lascia dormire

quella sconfitta

quella perdita

quel mostro, quella battaglia

che divora e prende la mira.

Essere umani

There is no need to forgive.  Nick Cave

A volte capito sui forum

cerco una risposta ad un problema pratico e guardo cosa dice la rete

e mi imbatto nei forum.

Sono meravigliosi. Ci sono persone bellissime.

Che sanno veramente tutto.

Sono esseri umani che si prendono a cuore il problema di uno sconosciuto

e stanno lì a proporgli soluzioni chissà a che ora della notte

e anche sorrisi.

Sui forum ci sono un sacco di persone brillanti,

adoro tutti i forum

di qualunque problema si occupino.

Credo esista un forum per ogni cosa tu abbia bisogno di sapere

per qualunque disgrazia ti accada;

come una medicina nel cassetto

accendi il computer e non hai che cercare il tuo lenimento

è lì

in quel tutto e niente che è la rete

che sa tutto e niente di te.

Il forum è un non luogo in cui senti di far parte di un gruppo

il gruppo degli umani

ti regalano la propria musica, i propri film, i propri consigli.

E diversi minuti gratuiti di consolazione.

Silenzio

If i could only see straight
I wouldn’t be lonley these days
I’d drag my body out of this place

Riempio di note ottimiste il silenzio irreale di questo lungo pomeriggio uggioso

in cielo si aprono squarci di azzurro e le rondini strillano senza posa

basta concentrarsi su questo

il silenzio la musica il cielo che si muove

per non vedere.

Immensi, arditi, insolenti

echi

senza incertezze senza inciampi senza strappi mal rattoppati.

Corpo

If memory serves us, then who owns the master
How do we know who’s projecting this reel
And is it like gruel or like quick drying plaster
Tell me how long til the pain starts to kill

(Andrew Bird)

Trasportato attraverso la strada brulicante e le rotaie ondeggianti,

esposto al tepore del sole dietro il finestrino, davanti agli occhi solo la campagna

riversata nelle orecchie musica con ritmo, tra le mani un libretto scritto in lingua a me sconosciuta:

ho assecondato lievi movimenti delle dita

qualche impercettibile sorriso, abozzato girando qualche pagina.

Ad un certo punto ho sentito che c’era qualcosa che batteva forsennatamente

da qualche parte qui dentro

non capivo cosa fosse e mi sono allarmato

poi mi sono ricordato che mi avevano parlato di un marchingegno perfetto

utile a pompare linfa viva nell’organismo

anche se nel corpo di cui sono in possesso si faceva cenno a colpi battuti senza senso

a meccanismo privo di scopo, così diceva la cartella,

e che non bisognava farci tanto caso

da quando sono qui, infatti, non mi ero accorto che ci fosse questo aggeggio.

Le funzioni vitali sono riprese per diversi minuti

mi rimbombava tutto e non ci capivo più niente,

tutta questa vitalità mi ha infastidito

mi avevano consigliato di prendermi questo corpo perché non aveva più energie attive

me ne parlavano come di un carrillon a cui bisognava continuamente dare la corda perché funzionasse per un pò,

bastava dunque non dargliela.

Io non gliel’ho data.

Non so cosa gliel’abbia data,

non so cosa sia successo stamattina

non so cosa abbiano visto i suoi occhi senza che mi accorgessi

non so cosa abbiano sentito le sue orecchie senza che io udissi,

forse un’ombra turchina che ci ha camminato accanto per un pò,

percepivo sguardi forse parole

ma soprattutto quei colpi senza posa.

Ma io ho chiuso tutto

sigillato definitivamente tutte le funzioni vitali

buttato la chiave con la corda.

Ecco.

Così sarà corpo, veramente,

sacco di plastica

bambola sgonfia.

Veniva dal mare

Ho sognato la morte di Lucio Dalla quando ero un’adolescente

De Gregori se lo portava via a spalla e diceva

che quell’uomo veniva dal mare.

Nelle ore vuote della prima adolescenza

ho scoperto la musica

e i suoni e le parole tappezzavano la mia vita

la loro consistenza era reale

mi facevano piangere e sognare

influenzavano le mie parole e i miei pensieri

costruivano la mia idea di mondo.

Le voci che in quegli anni mi cantavano da un transistor

o dall’altoparlante del giradischi

sono state il concime di quello che di buono mi porto dentro,

e lui è stato una delle più importanti.

Domingo

Lo mejor sobre la humanidad está en REDEMPTION SONG.

No me he podido resistir. Es triste pero comunica ganas de vivir.

Vivir.

Empiezo mi domingo como siempre

tacita de café al lado del ordenador

las primeras horas del día están dedicadas a la música.

A disfrutar

este domingo aunque gris de nubes

a su pesar reluciente de “yo es lo único que tengo”.

People can change anything they want to

(Joe Strummer)