Fool

Stai cercando il parcheggio e alla fine non ti dispiace più
di non trovarlo,
perché la radio ti regala un lampo
in piena primavera
ed essere una stupida in cima ad una collina
ti carezza le orecchie
e dirime il mare che ondeggia
nel tuo tubo stomacale.
Certo, solo un pezzo di pane asciutto può asciugare tanto male
ma una stupida in cima ad una collina
quello che fa non è più chiedere ma è rotolare
giù dove le pare
ben oltre il visibile dagli stupidi al livello del mare.

Annunci

Set off

Il tuo cuore mi penzola addosso

pendolo monocorde

mi sfiora mi spettina

come una chiave mi decifra

un pensiero incidentale

in cima a quasi tutto, il  mio giornale

al mattino sotto il braccio

che  mi sega l’ascella

la sorgente limpida

che gorgoglia in testa

l’abbraccio stretto di uno sconosciuto

che mi dà un giro

a quella vite sconnessa.

Ascesi

Desterrar la vulgaridad aunque sólo sea un momento

y sentir que no estamos muertos.

(Platero y tú)

Le tue parole sono sassi

amichevoli lisci eppure freschi e duri

irremovibili come tutti i muri

che mi si parano davanti

e la necessità

di non averne paura

eppur paura mi fanno

mentre cerco di arrampicarmici su

cercando appiglio

nelle loro spine

e mi immagino già in cima e di guardar giù

ma la vertigine, quella,

è che mi manchi già tu.