Amoricidio



Di questo si tratta.

Di uccidere il tuo amore

sogni passioni desideri

occhi mani labbra

quando è diventato il tuo nemico.

E per te non ci sono più

né abbastanza

abbracci e consentimenti

solo coltelli e rifiuti

vuoti a perdere lanciati addosso

fino a seppellirtici.

Il nemico è colui che ti fa del male

nonostante tu gli dica che ti sta facendo del male

e più ti fa del male, più te ne vuoi liberare

dire basta andare via essere felice

vivere

e più non te ne sai liberare, più non riesci ad andartene.

E più ti fa del male.

Questa incapacità di mollare la presa

o semplicemente di lasciarsi fare serenamente del male dalla propria vita

– accettare di aver sbagliato e mollare –

ma soprattutto l’incapacità di sapere aspettare che passi

– ché poi tornerà tutto a fluire

e a splendere o a significare –

spinge a mordere 

perché se non smette

e tu non smetti

l’amore scolora sempre più

si frantuma scompare si dissolve

e diventa un’altra cosa

in un altro posto

con un’altra forma

ormai carne da cannone

l’opposto di ciò che era.

Freddo, rabbia, pianto.

Crimine abominevole

seppur metaforicamente consumato .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...