In tempo


Si disparan por fuera y te matan por dentro (Rosana)

 

Non dormo più

posso solo pensare

e scrivere, se penso abbastanza forte.

Un centimetro quadrato del mio giubbotto

stretto tra le tue dita

contatto fugace, un’eternità

ma io avevo tutto dalla mia parte

il treno che frenava

gli scaffali che mi reggevano

il sole e la notte

tutto insieme

ecco

la mia mano che tocca il tuo braccio

e le mie dita che premono su

un attimo, una parola

un microsecondo fatto di niente

eppure tutto l’universo si è ristretto lì

e lì ritorno

in quel pezzetto di me stretto in un pezzetto di te

ad aspettare che passi l’inverno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...