Mare da sogno


y olvido y ya no sé qué hacer,
no dejo de correr,
como en sueños.
e dimentico e non so che fare
non smetto di correre come in un sogno
Busco un mundo mejor
y escarbo en un cajón
por si aparece entre mis cosas.
Cerco un mondo migliore e scavo in un cassetto
per vedere se appare tra le mie cose
Buscando mi destino,
viviendo en diferido
sin ser, ni oír, ni dar.
Y a cobro revertido
quisiera hablar contigo,
y así sintonizar.
Cercando il mio destino vivendo in differita
senza essere, nè sentire, nè dare. E vorrei parlare con te
a carico del destinatario e così sintonizzarmi.
(Extremoduro, Primer movimiento: el sueño)

Trasparente, turchino

il mio mare

quello degli scogli e degli schizzi

dell’estate.

Non nuoto

ma guardo gli altri tuffarsi e saltare di qua e di là

gli altri,

giovani, ragazzini.

Tripudio di vita intorno a me

e io con le mie paure

corro col cuore in gola temendo di cadere di sotto

non ci penso nemmeno a tuffarmi

ma se salgo sul dirupo per guardare il divertimento altrui mi viene vietato di farlo

off limits per chi non partecipa.

E io vorrei ma non posso

torno sui miei passi

mi strofino sulla nostalgia

e cerco

un bacio di conforto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...