Domenica mattina


Spesso mi capita di pensare a quel piccolo paesello in Aragona.

Non solo ai luoghi e alle persone

ma anche a come vivevo io

residente straniera

quei luoghi e quelle persone.

Stamattina mi è tornato in mente il bagno, piccolissimo

lo specchio de cuerpo entero dell’armadietto

con le mie cose dentro

e la finestrella in alto che dava sul vicolo.

Da quella finestrella venivano al mattino il chiocciare delle galline

di tanto in tanto il rumore di passi sul selciato

le voci di chi vi si incontrava

adióoos

o dei pochi turisti che vi transitavano la domenica mattina

e che leggevano ad alta voce, scandendole,

le poche scritte presenti

car-ne-ce-rí-a.

 

Bajo la penumbra sin farol se dormirán
todas las cosas que quedaron por decir
se dormirán
(Porque te vas– dal film “Cría cuervos” di Carlos Saura)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...