30 minuti


Every step of the way, we walk the line
Your days are numbered, so are mine
Time is piling up, we struggle and we stray
We’re all boxed in, nowhere to escape

 
City’s just a jungle, more games to play
Trapped in the heart of it, tryin’ to get away
I was raised in the country, I been working in the town
I been in trouble ever since I set my suitcase down
(Mississipi – B. Dylan)

 

Mezz’oretta di tempo. Tempo per me.

Io, il Romanticismo spagnolo e il mare.

Ognuno nella sua lingua,

avevamo parole da dirci

in quel magico silenzio tra un’ondata di macchine e l’altra

che scorreva senza allarmi alle mie spalle.

Io, il mare

linea azzurra e increspata davanti.

Era un mese che non ci si guardava bene in viso.

Un mese che sembra un migliaio di anni compressi in un bidone.

Io e centinaia di pagine

avvenimenti convulsi, cambi di regimi, cambi di ere

leggére, amiche

tra le mie mani e il mare

come una fisarmonica da suonare.

Io e quella mezz’oretta di momenti

svuotati di questo io lamentoso

riempiti di linee continue e nere

di cambi di regime, di cambi di ere,

riempiti di linee aperte, ondulate e blu.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...