Newman’s chin


Il mento degli uomini mi ha sempre intrigato.

Buona parte della loro capacità di essere interessanti per me

si trova in quel magico quadrato dal labbro inferiore in giù.

L’ho capito quando ho visto per la prima volta “La gatta sul tetto che scotta”

film straordinario

con un Paul Newman strepitoso, col suo mento imbronciato,

più che coi suoi occhi, pur magnifici.

E’ che non è da tutti avere un broncio come questo qui.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...