Uomo mangia uomo


La sera che ho visto quei trabiccoli che nessuno in Italia possiede più se non anziani contadini, o qui, in città, chi sbarca il lunario distribuendo bombole del gas, o cassette di birra nelle enoteche-cantine di periferia. Quella specie di tricicli con il motore, quel veicolo che mio padre possedeva quando io avevo non più di sette anni e quando arrivava la sera gli andavo incontro e lui mi ci faceva salire su mentre, manovrando quel grosso manubrio, lo parcheggiava in garage. Il tre ruote. L’ape. Azzurra. L’ape è sempre azzurra.

La sera che ho visto quei trabiccoli che nessuno in Italia possiede più, nessuno di quelli che urlando e gettando molotov gli urlava dietro protestando, scappare in fila indiana tra le sirene spiegate.

La sera che ho visto in quei tre ruote le facce infazzolettate di donne con bambini e le facce scarne di uomini dallo sguardo perso.

Mi sono chiesta in che mondo vivo.

Il mondo che è qui, che mi vive accanto.

Sin da quando avevo appunto sei sette anni mi è stato insegnato, pur nella grande libertà della mia infanzia, di stare alla larga dalle zingare, perché il motivo delle loro gonne lunghe era che potevano nasconderci i bimbi che rubavano.

La polizia italiana dice che non esistono casi provati denunciati, flagranze di reato che suffraghino questo pregiudizio popolare che sopravvive ai decenni.

Ma dal pregiudizio al giudizio al linciaggio alla cacciata dai territori ce ne passa.

La sera che ho visto dei poveracci scappare spaventati a morte, coi loro quattro stracci sulla loro ape traballante, e intorno la gente inferocita, come in certi stadi, come in certe antiche arene.

Certo, adesso, staranno dormendo sonni tranquilli, senza gli zingari, fastidiosi zingari.

Senza di loro, dato fuoco alle loro poche cose, saranno tutti più sicuri.

Uomo mangia uomo, ognuno la sua preda.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...